Loop magnetica e potenze superiori ai 10 watts.

Moderatori: in3dqw, i0kqb

i0kqb
Messaggi: 54
Iscritto il: 23/04/2014, 22:52

Loop magnetica e potenze superiori ai 10 watts.

Messaggioda i0kqb » 31/08/2014, 22:53

Ciao a tutti .
La loop magnetica è sicuramente un'antenna dalla fama molto controversa.
Leggendo ed ascoltando i pareri di chi l'ha costruita e provata , se ne sentono di tutti i colori . Si sa che si tratta di un oggetto che richiede innanzitutto una costruzione accurata altrimenti i fallimenti nell’utilizzo non mancheranno.
Il problema principale risiede nel tipo di condensatore variabile da usarsi per poterla accordare anche in più bande , ricordando sempre che , prima di tutto , è imperativo che il cerchio principale abbia una circonferenza compresa tra un terzo ed un ottavo lambda della banda più bassa che utilizzeremo . In questo modo , la stessa antenna risuonerà , previo il giusto condensatore , sino al doppio della sua banda più bassa . Quindi , se la progettiamo per i 14 Mhz , la si potrà usare sino ai 28 Mhz. Non male , vero ?
Il condensatore , nota molto dolens .
Nella mia esperienza di autocostruzione , mi sono dapprima affidato ad un’idea di VK3YE , il quale ha progettato diverse magloop di forma ottagonale per l’utilizzo in qrp , utilizzando dei condensatori variabili ad aria. Realizzandole ne ho provato i limiti in potenza osservando che , superati i 30 watts , gli archi voltaici tra le lamelle del variabile erano continui e naturalmente interrompevano le trasmissioni.
Ricordatevi che per ogni 10 watts del TX , ai capi del variabile ci sono approssimativamente 1200 Volts e sapendo che per ogni 1000 volts ci deve essere almeno 1 mm. di distanza tra le lamelle , appare chiaro che dovremmo utilizzare dei variabili dalle dimensioni peso e costo abbastanza importanti. Di solito , per ovviare a ciò e poter utilizzare potenze alte , in questi casi ci si affida ad un condensatore variabile sotto vuoto , dal costo rilevante e dalle dimensioni e peso importanti.
Personalmente , dopo aver utilizzato le magloop ottagonali con variabile che mi consentiva di “tirare” sino a 35 Watts , anche se con tutti i problemi di continua sintonìa e di instabilità causata dal vento che attraversava il pacco lamellare ,ho provato un’altra soluzione .
Ho recentemente letto un ottimo articolo che trovate su : http://iw3hzx.altervista.org/Antenne/LOOPHF/Loophf.htm .
Dopo la lettura ho deciso di costruire i condensatori fissi descritti nell’articolo , calcolandoli per poter lavorare al centro di ognuna delle bande HF.
Come vanno ? Splendidamente !!!
Utilizzando come condensatori ( uno per ogni banda ) degli spezzoni di cavo RG11 ( funziona bene anche questo cavo che ha un’impedenza di 75 ohm che qui non disturba ), nei centri banda si ha ros 1.1 , mentre nei limiti delle bande più ridotte ( 24 e 18 )si ha 1.2. Per le bande più estese , nei limiti il ros può arrivare anche a 2.0 ma , con l’accordatore si riscende a 1.1 senza nessuna difficoltà . Con questi condensatori fissi ho trasmesso sino a 100 Watts senza avere problemi e considerando che la magloop è estremamente direttiva e silenziosa , vedrete che risultati .
Importante ! Ricordatevi sempre che 10 watts equivalgono a 1200 volts quindi , salendo di potenza si sale di tensione . OCCHIO !!! Maneggiate i condensatori solo in ricezione o potreste farvi davvero molto male .
La prima qsy/p in riva al mare l’ho effettuata il 28 Agosto , una giornata meteorologicamente stupenda ma radiantisticamente muta. Soltanto nel tardo pomeriggio ho ricevuto in 18 Mhz segnali interessanti dagli USA , Arabia Saudita , Libano, Qatar , Libano , Malta e dai nostri vicini OM europei . Sono stati tutti contattati , in ssb , ricevendo rst variabili da un 5/6 ad un 5/9+ , trasmettendo per la maggior parte con 50 watts , ma provando anche con 80 watts .
Considerate che la magloop delle foto l’ho realizzata utilizzando un tubo con cui si costruiscono impianti di aria condizionata , composto di due strati di plastica con inserito nel mezzo un sottile tubo di alluminio . Questa magloop , cerchio + presa so 239 + tubo pvc di sostegno + condensatore coassiale , pesa 490 grammi totali.
La sua circonferenza è di 226 cm. , quindi più piccola del progetto descritto nel link sopra riportato, ma anche con queste misure lavora ancora benissimo dai 14 ai 28 Mhz. Costo ? Pochi Euro ! Soddisfazione ? Enorme.
Stavo ascoltando W1AW/1 che chiamava in 18 Mhz ed ascoltavo anche tanta gente che gli rispondeva , ma l’amico americano non sembrava sentirne la maggior parte.
Ho provato a chiamarlo io e la sua risposta è stata immediata con un rst per me di 5/9+ . Soddisfacente.
Ho comunicato le mie working conditions e la sua risposta è stata : Congratulations . Amazing results with your 50 watts and homemade magloop.
Finalizzando , è la giusta antenna multibanda per sperimentare e trasmettere a costi irrisori , ottenendo risultati di tutto rispetto .
Non dimenticatevi il discorso delle tensioni alte sul condensatore . Non fatevi male!!!
Ciao da Giovanni - I0KQB.
Allegati
Magloop at sunset.jpg
Magloop at sunset.jpg (64.53 KiB) Visto 2174 volte
Magloop station web.jpg
Magloop station web.jpg (113.38 KiB) Visto 2174 volte

Avatar utente
in3dqw
Messaggi: 395
Iscritto il: 14/02/2013, 12:16

Re: Loop magnetica e potenze superiori ai 10 watts.

Messaggioda in3dqw » 03/09/2014, 17:21

Giovanni caro, ti conosco ormai da troppo tempo, quindi, qualunque mio commento in merito, non sarebbe minimamente sufficiente ad apprezzare la tua bravura!
Come diceva un economista, è intelligente imparare dai propri errori, ma è geniale apprendere da quelli altrui, pertanto, sempre grazie delle tue meravigliose condivisioni! :idea:
Buoni collegamenti!
Gian
IN3QDW Gian (previous call IZ6ITH)
Presidente della Sezione Speciale Autonoma di Trento
cell. ERA 349 2170060
skype: in3dqw
email: in3dqw@gmail.com


Torna a “Sezione scientifica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite